Protezione Civile - Provincia Autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter
 
 

Granito rosa di Predazzo

 
Granito rosa

Nome petrografico: granito a feldspati alcalini.

Tipo: Roccia magmatica intrusiva.

Descrizione macroscopica: Roccia di colore roseo con presenza di inclusi centimetrici di forma arrotondata e costituiti da tormalina e quarzo. La roccia è massiccia e presenta struttura isotropa.

Formazione Geologica: Plutone di Predazzo

Ambiente di formazione: I plutoni dei Monti Monzoni e di Predazzo sono il prodotto della cristallizzazione di magmi in camere magmatiche situate all'interno della crosta terrestre. Questo comporta un raffreddamento lento e permette una cristallizzazione completa del magma. La distribuzione di queste masse plutoniche presenta una forma ad anello, nella fascia più esterna si ritrovano intrusioni di natura da monzonitica a gabbrica, a composizione più femica, mentre nella zona più centrale vi è prevalenza di termini più acidi a composizione granitica.

Età Geologica: Triassico medio

 

DESCRIZIONE PETROGRAFICA*

Roccia plutonica ipoabissale di composizione sienogranitica a struttura granulare autallotriomorfa a grana fine.

Composizione mineralogica: K-feldspato (ortoclasio geminato) subidiomorfo intensamente albitizzato e torbido; quarzo allotriomorfo interstiziale; plagiocalsi albitizzati e torbidi; biotite rara e cloritizzata. Accessori presenti: apatite, zircone e magnetite.

Gli aggregati rotondeggianti di dimensione centimetrica che ricorrono nella roccia sono costituiti da fasci di tormalina e quarzo.

Risultati dell'analisi chimica*:

L'analisi in fluorescenza a raggi X (XRF ovvero X-Ray Fluorescence) è una tecnica di analisi chimica quantitativa eseguita sulle polveri (pasticca) o sul materiale fuso (perla di vetro). Questo tipo di analisi consente di rilevare e quantificare tutti gli elementi dal Boro all'Uranio.

 % peso    p.p.m.
SiO273,08  V3
TiO20,09  Cr2
Al2O313,36  Ni3
Fe2O31,82  Cu26
MnO0,06  Zn30
MgO0  Rb409
CaO1,18  Sr12
Na2O3,66  Y71
K2O5,59  Zr176
P2O50,01  Nb43
LOI1,14  Ba11
T0T.99,99  La46
    Ce119
    Pb3
    Th59



(*) L'analisi petrografica e l'analisi chimica i fluorescenza sono state eseguite dal Prof. G.M: Bargossi del Dipartimento di Scienze della Terra e Geologico-Ambientali dell'Università di Bologna.

 

INFORMAZIONI ESTRATTIVE

Cava di Provenienza: Cava "Al Fol", nel comune di Predazzo. La produzione è di circa 500 ton/anno; all'estrazione sono occupate 2 persone compreso un titolare.
Campo di utilizzo: tutte le applicazioni edilizie sia in interni che in esterni. 
Il suo impiego, anche in forma di sassi a faccia vista, è diffuso nel paese di Predazzo ed in alcune opere a Trento: si ricordano il monumento a Dante nella omonima piazza e quello a De Gasperi in Piazza Venezia.
Ubicazione geografica delle principali cave: in passato erano sfruttate alcune piccole cave poste alle pendici del Monte Mulat, alla periferia di Predazzo.
Tipo di lavorazione superficiale: lucidatura, fiammatura, levigatura, anticatura, a spacco

 

 RISULTATI PROVE DI CARATTERIZZAZIONE FISICO - MECCANICA

Prove di laboratorio eseguitevalore medioValore minimoValore massimoValore minimo atteso*
Assorbimento d’acqua a pressione atmosferica (% massa)0.790.700.85 
Resistenza a compressione monoassiale (MPa)190178198174
Resistenza alla compressione dopo 48 cicli gelo-disgelo (MPa)187167197161
Resistenza alla flessione (MPa)10.08.011.77.5
Resistenza alla flessione dopo 48 cicli gelo-disgelo (MPa)12.18.815.97.5
Resistenza all’abrasione (mm)15.314.915.9 
Resistenza allo scivolamento (su superficie sottoposta a fiammatura)129  
Nome petrograficoGranito a feldspati alcalini

(*):Vedi nota C.2 dell'Appendice C in Norma UNI EN 1926:2000.

In questo studio sulle pietre ornamentali del Trentino si sono eseguite le prove di caratterizzazione fisico-meccanica secondo le seguenti normative europee riguardanti le pavimentazioni esterne:

  • UNI EN 1341 Lastre di pietra naturale per pavimentazioni esterne.
  • UNI EN 1342 Cubetti di pietra naturale per pavimentazioni esterne.
  • UNI EN 1343 Cordoli in pietra naturale per pavimentazioni esterne.

In queste norme sono contenute le seguenti prove di laboratorio:

PROVE RICHIESTENORMA DI RIFERIMENTO PER IL METODO DI PROVA
Resistenza a flessioneUNI EN 12372
Resistenza al gelo (a flessione)UNI EN 12371
Resistenza a compressioneUNI EN 1926
Resistenza al gelo (a compressione)UNI EN 12371
Resistenza all’usura per abrasioneAppendice C UNI EN 1341
Resistenza allo scivolamentoAppendice D UNI EN 1341
Assorbimento d’acqua a pressione atmosfericaUNI EN 13755