Protezione Civile - Provincia Autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter
 
 

Prove di taglio su giunti naturali

 
Prova taglio su giunti naturali

Prova eseguita secondo I.S.R.M. 1974 (Suggested Method for Determining Shear Strenght)

Permette di valutare  la resistenza  al  taglio  di  discontinuità  o  piani  di  debolezza  dell’ammasso  roccioso. La prova viene condotta su almeno cinque provini con differente stato di sforzo normale rispetto al piano di scorrimento.

Ogni provino viene inglobato in un getto di cemento e posizionato nella scatola di taglio facendo coincidere la superficie di discontinuità con il piano di scivolamento.

La macchina trasferisce alla parte superiore del giunto un movimento con velocità controllata e durante la fase di taglio vengono registrati i valori di resistenza, deformazione, dilatanza e carico verticale. Per ogni provino è possibile quindi ottenere delle curve sforzo-deformazione e dilatanza-deformazione.

Se richiesto è possibile determinare anche la resistenza al taglio residuo invertendo il senso di avanzamento e continuando a imporre uno scivolamento fino a rilevare una stabilizzazione della resistenza misurata.

Il diagramma σ-τ, da cui è possibile determinare l’inviluppo di rottura e quindi l’angolo d’attrito di picco, viene ottenuto unendo i dati di resistenza massima di ciascun provino.

Spesso la prova di taglio è corredata di parametri significativi per la sua interpretazione. Specie il rilevo della rugosità dei giunti (misura JRC).