Protezione Civile - Provincia Autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter
 
 

Analisi granulometrica

 
Analisi granulometrica

Prova eseguita secondo UNI CEN ISO/TS 17892

La rappresentazione della curva granulometrica di un suolo è la classificazione più consueta che può essere eseguita su qualsiasi tipo di terreno. Essa consente di individuare in che percentuale sono presenti argilla, limo, sabbia, ghiaia e ciottoli e quindi di descrivere un suolo sulla base delle dimensioni dei grani che lo costituiscono e della loro quantità.

Per la parte sabbiosa e ghiaiosa di un suolo, l'analisi granulometrica viene condotta per vagliatura utilizzando una pila di setacci con maglie di diversa apertura, da 75°μm fino al diametro del grano massimo del suolo analizzato.
Dopo l'operazione di scuotimento, il terreno si dispone sui diversi setacci e viene pesata la quantità di materiale trattenuta da ciascun setaccio. Tali quantità, riferite alla massa totale del campione analizzato, danno la percentuale di terreno corrispondente ad una data dimensione del grano. CURVA GRANULOMETRICA

L'analisi granulometrica consente di raggruppare in diverse classi di grandezza le particelle costituenti il terreno e di determinare successivamente le percentuali in peso di ciascuna classe riferendole al peso secco del campione iniziale.
Secondo l'Associazione Geotecnica Italiana, le classi principali sono: ghiaia (tra 2 mm e 60 mm), sabbia (tra 2 mm e 75 μm), limo tra 75 μm e 2 μm) e argilla (sotto i 2 μm).

Per la parte limosa ed argillosa di un suolo non è possibile l'impiego di vagli per cui si utilizza un metodo indiretto chiamato aerometria.
L'aerometria utilizza la legge di Stokes che correla le dimensioni e la percentuale delle particelle in sospensione in un liquido con la loro velocità di sedimentazione, sulla base del loro peso specifico e del peso specifico del liquido. Una massa nota di campione viene allora dispersa in grani elementari attraverso un miscelatore ed una soluzione disperdente, per poi essere messa in sospensione in acqua distillata.
Con un densimetro vengono effettuate alcune misure di densità della soluzione acqua + campione ad intervalli di tempo prestabiliti così da ricavare la velocità di sedimentazione del campione in esame. Tale dato viene infine impiegato nella Legge di Stokes potendo così tracciare la curva granulometrica per la parte fine.

 
analisigranulomet2