Protezione Civile - Provincia Autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter
 
 

Tavola 45 III "S. Martino di Castrozza " a cura di M. Massironi, N. Preto, D. Zampieri

 
Copertina note illustrative - Tavola "San Martino di Castrozza"

La tavola n°45 III "San Martino di Castrozza" alla scala 1:25.000 è ubicata nel Trentino orientale e comprende le sezioni "Cima di Cece" (quadrante NO), "Masi di Tognola" (quadrante SO), "San Martino di Castrozza" (quadrante NE) e "Valmesta" (quadrante SE). Essa costituisce essenzialmente il prodotto di revisione ed aggiornamento della cartografia geologica edita ed inedita dell'area in esame.

La Tavola n. 45 III "San Martino di Castrozza" contiene i territori dell'alta Val Cismon, della Valsorda, e la sinistra idrografica della media valle del Travignolo. Comprende, pertanto, la porzione orientale della Catena di Lagorai tra Cima di Cece (2749 m s.l.m.) e Cavallazza (2322 m), ed include parte delle Pale di San Martino ivi compresa la splendida cima del Cimon della Pala che con i suoi 3175,8 m s.l.m. costituisce la quota più elevata dell'area.

Il substrato comprende: il basamento metamorfico Sudalpino di età varisica, che occupa la porzione meridionale della Tavola, le successioni ignimbritiche permiane del Distretto Vulcanico Atesino, affioranti nel settore nord-occidentale, e le coperture sedimentarie Permo-Triassiche presenti nella porzione orientale.

A cura di: M. Massironi, N. Preto, D.Zampieri

Con la collaborazione scientifica di: G. Monegato

Responsabile del Progetto: S. Cocco

La cartografia è tratta da rilievi originali in scala 1:10.000, editi ed inediti dei seguenti rilevatori

A.Bondesan, R.Filippi, M. Massironi, G. Monegato, N. Preto, M. Tranquillini, D. Zampieri

Gruppo tecnico di supporto: M. Balboni, P. Trainotti