Protezione Civile - Provincia Autonoma di Trento

Logo stampa
 
 
Facebook Twitter
 
 

Carte della Pericolosità

NOVITA': piano stralcio relativo ai Comuni di Trento, Aldeno, Cimone, Garniga Terme, Caldonazzo e Comuni della Comunità Rotaliana Koenigsberg IN VIGORE DAL GIORNO 21 SETTEMBRE 2018

 

 

La Provincia Autonoma di Trento in attuazione dell’art. 10 della legge provinciale 1 luglio 2011, n.9 “Disciplina delle attività di protezione civile in provincia di Trento”, ha redatto le Carte della pericolosità del proprio territorio.

Le Carte della pericolosità (CaP) prendono in considerazione i pericoli connessi a fenomeni idrogeologici, valanghivi, alluvionali, sismici, a incendi boschivi, a determinate sostanze pericolose, a cavi sospesi o ad altri ostacoli alla navigazione aerea e ad ordigni bellici inesplosi.

Si tratta di una serie di strumenti che sono il risultato dell’attività di previsione della Protezione Civile (art. 1 l.p. 9/2011) che si esplica con l’identificazione, la perimetrazione e la classificazione dei pericoli e dei rischi presenti sul territorio.

Le CaP classificano il territorio provinciale in ragione delle seguenti tipologie di pericolo:

PERICOLOSITÀ IDROGEOLOGICA

Pericolosità fluviale

Pericolosità torrentizia

Pericolosità lacuale

Frane

Crolli rocciosi

Deformazioni gravitative profonde diversante (DGPV)

Valanghe

Ghiacciai e Piccola Età Glaciale (PEG)

Permafrost e Rock glacier

Caratteristiche lito-geomorfologiche

ALTRE PERICOLOSITA'

Pericolosità sismica – link pagina dedicata

Incendi boschivi

Ordigni bellici inesplosi

Sostanze pericolose

Cavi sospesi e ostacoli alla navigazione aerea

 

Le classi di pericolosità sono definite in base al documento di riferimento “Criteri e metodologia per la redazione e l’aggiornamento delle carte della pericolosità” approvato dalla Giunta provinciale, nell’ultima versione, con deliberazione n. 1681 del 14 settembre 2018.

Per omogeneità di rappresentazione tale documento stabilisce che gli eventi attesi vengano inquadrati secondo le stesse classi di pericolosità, differenziate in base agli effetti prevedibili, ferma restando la possibilità che per particolari fenomeni o contesti territoriali possano essere assunte disposizioni ad hoc.

LEGENDA_CP

Le strutture provinciali di riferimento per la redazione delle cartografie e lo svolgimento delle attività sono il Servizio Geologico, il Servizio Prevenzione Rischi, il Servizio Antincendi e protezione civile, il Servizio Bacini montani e il Servizio Foreste e Fauna.

DIAGRAMMA_CP

Le CaP rappresentano gli strumenti di base per le attività di prevenzione (attività dirette all'eliminazione o alla riduzione dei rischi, sia mediante misure di carattere prescrittivo e vincolistico per un corretto uso del territorio, sia mediante interventi strutturali) e protezione (le attività, prevalentemente di carattere pianificatorio, organizzativo, culturale e formativo, e gli interventi gestionali diretti a mitigare gli effetti dannosi derivanti dai rischi non eliminabili tramite l'attività di prevenzione) della protezione civile.

In tale ottica le CaP costituiscono la base di riferimento per la realizzazione di due importanti strumenti di gestione del territorio: la Carta Generale dei Rischi prevista dalla l.p. 9/2011 e la Carta di Sintesi della Pericolosità (vedi Sito Servizio urbanistica e tutela del paesaggio) prevista dall’art. 22 della Legge provinciale per il governo del territorio l.p. n. 15 del 2015.

La Giunta Provinciale con la deliberazione n. 1682 del 14 settembre 2018 ha approvato lo stralcio delle Carte della pericolosità utilizzate per la redazione dello stralcio della Carta di Sintesi della Pericolosità relativo ai territori del Comune di Trento e dei Comuni di Aldeno, Cimone, Garniga Terme, del Comune di Caldonazzo e territorio dei comuni compresi nella Comunità Rotaliana-Königsberg (deliberazione n. 1630 del 7 settembre 2018).

Si tratta delle cartografie relative ai pericoli previsti dalla l.p. 9/2011 con esclusione, al momento, dei temi riguardanti la pericolosità sismica, gli ordigni bellici inesplosi, le sostanze pericolose, i cavi sospesi e ostacoli alla navigazione aerea

I contenuti cartografici delle CaP approvate sono disponibili in rete per chiunque tramite web-gis con la possibilità di visualizzare le cartografie tema per tema e di scaricare i PDF multi layer alla scala 1:10.000.

 

Accedi al WEBGIS (ArcGis Online)

(Guida d'uso Webgis AGOL)

 

LEGENDA_STRALCIO

Fase di adozione preliminare delle cartografie

La Giunta Provinciale con deliberazione n. 788 del 19 maggio 2017 ha adottato preliminarmente su tutto il territorio provinciale le CaP dando avvio alla fase di partecipazione dei comuni territorialmente interessati ai sensi del comma 7 dell’art. 10 della l.p. 9/2011 estendendo la consultazione, con possibilità di produrre osservazioni, anche ai cittadini.

Alla luce delle considerazioni e valutazioni svolte si è giunti al perfezionamento delle cartografie relativamente al territorio del Comune di Trento e dei Comuni di Aldeno, Cimone, Garniga Terme e al territorio dei comuni compresi nella Comunità Rotaliana-Königsberg oggetto dell’approvazione degli stralci delle CaP e della CSP sopra menzionati.

Pertanto nel restante territorio provinciale rimangono ancora in vigore la Carta di sintesi geologica e la Carta del rischio idrogeologico del PGUAP e risultano ancora consultabili le Carte della pericolosità e la Carta di sintesi della pericolosità adottate preliminarmente dalla Giunta provinciale nel 2017.

Accedi al WEB GIS (AGOL) delle Carte della pericolosità e della Carta di sintesi della pericolosità adottate preliminarmente nel 2017 dalla Giunta provinciale

Le CaP che riguardano gli Ordigni bellici inesplosi, le Sostanze pericolose e i Cavi sospesi e gli Ostacoli alla navigazione aerea, al momento, non sono disponibili nel visualizzatore integrato di cui sopra ma solo come PDF, in quanto realizzate a scala più piccola:

- PDF Carta Pericolosità Ordigni bellici inesplosi

- PDF Carta Pericolosità Ostacoli alla navigazione aerea

- PDF Carta Pericolosità Sostanze Pericolose

 

Il Download delle singole sezioni della Carta come file PDF multilayer può essere fatto dal Sito dell'Urbanistica o dalla sezione "Download Cartografia" del Portale di PC (in quest'ultimo caso è necessario avere installato il plugin ADOBE FLASH).

NB: Si fa presente che la corretta visualizzazione interattiva delle mappe dipende anche dal brower utilizzato. Nell'eventualità di un mancato funzionamento, sarà necessario scaricare il file sulla propria macchina e procedere all'apertura con ADOBE READER.

 
Altre informazioni si possono reperire: